IMG_3668 (2)

Formaggi e Birra Artigianale

Pubblicato il Pubblicato in Gli Eventi

Ciao da Luca,

con il caldo ormai intenso questo giovedì ci rinfreschiamo.

Giovedì 9 Luglio ti propongo una selezione di ben 7 formaggi molto particolari, che ho selezionato per il gusto, la consistenza, la diversità, la particolarità.

Come al solito si viaggia verso nord, dal Cilento al Galles passando per le Alpi e la Francia.

Ma andiamo per ordine.

Continua a leggere, non te ne pentirai.

  • Partiamo con il Kasus, formaggio 100% da latte di capra crudo prodotto nel Cilento. La particolarità di questo formaggio è che in fase di cagliatura si aggiunge yogurt, che dopo la stagionatura dona una sapore ed un morso semplicemente…sorprendente.
  • Passiamo per Roccabascerana (AV). Qui ti propongo un Caciocavallo fatto esclusivamente con latte di Pezzata Rossa, a media stagionatura (6 mesi). Il sapore così dolce di questo formaggio non poteva mancare in un percorso degustativo così complesso come quello che ti sto proponendo.
  • Attraversiamo l’Appennino ed arriviamo a Roncofreddo, provincia di Forlì-Cesena. In questa zona, e solo da latte di pascolo del crinale appenninico, si produce il Blu Notte, erborinato affinato in fave di cacao. E’ davvero spettacolare percepire il sapore sottile del cacao farsi strada tra le note intense di questo formaggio 100% vaccino, da non perdere.
  • Ci fermiamo poi sulle Alpi piemontesi, e mettiamo un punto. Perché il Castelmagno DOP d’alpeggio è un punto fermo nella tradizione casearia italiana. Inconfondibile il sapore, inconfondibile soprattutto la consistenza granulosa di questo capolavoro che abbiamo la fortuna di avere in Italia. Devi mangiarlo tutto. Devi mangiare la crosta scura, devi mangiare la muffa naturale che via via nasce e si evolve, donando un sapore sempre diverso.
  • Usciamo fuori dai nostri confini, ed arriviamo in Poitou-Charentes, regione della Francia occidentale dove si produce questo Buche de Chevre, ovvero “Tronco di Capra”. Questo formaggio 100% caprino pastorizzato ha infatti una forma a tronco. Soffice e cremoso, è l’immagine perfetta del formaggio caprino francese. Sapore fermo, acidulo, con note fini di caramello.
  • Arriviamo infine in Galles, nel profondo Galles dove la famiglia Holden produce da 65 anni questo Hafod, un particolare tipo di cheddar proveniente esclusivamente da vacche dell’Ayrshire di proprietà della stessa famiglia. Compatto, ricco, burroso, questo formaggio rappresenta al meglio la tradizione britannica in materia di formaggi a pasta dura.

Ecco fatto, i formaggi sono questi.

Ti è venuta l’acquolina?

Che bello.

E se invece dell’acquolina ti è venuto il dubbio ed hai contato i formaggi, hai visto giusto: sono 6, non 7.

Il Settimo te lo devo mettere nel piatto quasi con forza, perché è talmente buono che l’ho messo in carta.

Perliamo della Formaggella di bufala cilentana che sta andando a ruba e che voglio che assaggi anche tu. Se ami la mozzarella, non potrai resistere ad un formaggio con la consistenza di un brie ma col sapore di mozzarella di bufala. Non ti dico altro.

Devi solo assaggiare tutto (EUR 18 per tutti e 7 i formaggi), ed accompagnare la tua degustazione con la regina delle birre artigianali:

Baladin.

Possiamo definire Teo Musso, fondatore del birrificio Baladin nel lontano 1996, come uno dei padri fondatori della birra artigianale.

Quando noi bevevamo Adelscott, lui lavorava alle sue prime birre.

Non credo che Baladin abbia bisogno di altre presentazioni.

Per la nostra degustazione ho pensato alla Nora da 75 cl (EUR 18), una ambrata con riflessi ramati dal sapore fruttate e legnose che si addice perfettamente alla complessità dei vari formaggi.

Che aspetti?

Prenota qui sotto, oppure chiamami allo 08118893517.

Ti aspetto

Luca

 

Prenota

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.